CONDIVIDI

Ogni tanto è bene fermarsi e riflettere.

Per consentire al corpo di avere lo stesso spazio temporale dell’anima.

E riflettendo sui massimi sistemi i tarli della mente si imbattono in uno strano personaggio: il Salvini politico.

Un uomo in grado di rivoltare un movimento da sopra a sotto, o per meglio dire, dal nord al sud, e conquistare incredibili fette di elettorato.

Un politico in grado di reggere il ministero degli esteri, frequentandone le stanze pochi giorni al mese, e girovagare per tutto lo stivale fra sagre, piazze e dirette facebook.

Un leader in grado di mandarsi a casa da solo.

Ma tutto questo come è stato “vissuto” dagli italiani.

A dire il vero secondo gli italiani Matteo Salvini è un “leader che ha fallito”.

Così almeno è quello che pensa il 45% delle persone intervistate in un sondaggio di Ipsos.

Va subito aggiunto che c’è anche un 44% di elettori che ritiene il segretario della Lega ancora come “un leader vincente”.

Ma aldilà dei numeri per gli italiani quella di Matteo Salvini è una parabola politica in discesa.

Il sondaggio rimarca le difficoltà del segretario della Lega dopo la crisi di governo che ha portato alla formazione del nuovo esecutivo guidato da Giuseppe Conte.

E non potrebbe essere altrimenti.

Sarebbe interessante sapere cosa pensano i più fedeli elettori della Lega, i militanti, gli amministratori leghisti.

Non ha certo una valenza di un sondaggio, ma quanti da noi avvicinati non sono in grado di spiegare il motivo di una scelta come quella fatta dal “capitano”.

Un capitano che, nonostante le comparsate tv e i palchi condivisi con Meloni e Berlusconi, sembra in disarmo.

Vuoi vedere che ha messo in pratica lo slogan dei suoi ex alleati di governo, quella decrescita felice di cui facevano un gran parlare i grillini?

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.