CONDIVIDI

Il Campionato Italiano WRC è in dirittura di arrivo, in occasione dell’imminente Rally San Martino di Castrozza, ed anche per i protagonisti del girone CIWRC della Suzuki Rallye Cup l’appuntamento trentino reciterà un ruolo chiave.

Un ultimo atto tricolore che vedrà al via un motivato Edoardo De Antoni, deciso a continuare a progredire nello sviluppo della Suzuki Swift 1.0 turbo R1, curata da Baldon Rally.

Sarà la mia prima volta al San Martino di Castrozza” – racconta De Antoni – “e sono pronto a vivere emozioni forti, visto che andremo ad affrontare una delle gare più importanti a livello italiano. Qui si sono dati battaglia veri campioni del rallysmo nazionale ed internazionale. Sarà un’occasione importante per crescere, in un palcoscenico davvero molto prestigioso ed unico.”

Un ruolo, quello del tester destinato a sviluppare una nuova vettura, che spesso non regala immediate soddisfazioni ma che è quantomai fondamentale sia per il team che, in particolar modo, per la crescita tecnica personale di un pilota giovane come quello di Camposampiero.

Siamo consapevoli che abbiamo tanta strada da fare” – sottolinea De Antoni – “ma è molto stimolante poter lavorare allo sviluppo della Suzuki Swift 1.0 turbo R1 di Baldon Rally. Dopo l’ultimo ritiro, al Rally di Alba per problemi meccanici, abbiamo apportato parecchie evoluzioni per renderla più veloce ed affidabile. È il nostro primo anno e siamo in fase di rodaggio. Stiamo cercando di prepararci al meglio in vista della prossima stagione. Il 2020 arriverà molto presto.” 

Se il lavoro del portacolori di Rally Team è principalmente incentrato in ottica futura non va trascurata la possibilità, scorrendo la classifica della Suzuki Rallye Cup, di puntare al secondo gradino del podio tra gli Under 25: attualmente il patavino può vantare soltanto un punto sulla coppia di inseguitori composta da Cocino e Rosso, tre su Strabello e quattro su Coppe.

Abbiamo la possibilità di ottenere un buon risultato” – aggiunge De Antoni – “perchè essere il secondo migliore Under 25 sarebbe un ottimo punto dal quale ripartire per la prossima stagione. Sappiamo che il nostro primo obiettivo è sviluppare la vettura ma terremo sicuramente d’occhio il cronometro. Cercheremo di concludere la stagione in positività.” 

Nove le prove speciali in programma per il Rally San Martino di Castrozza 2019: archiviato il tradizionale aperitivo di Venerdì sera, la speciale spettacolo “San Martino Cittadina” (2,97 km), si farà sul serio, al Sabato, sulla “Manghen” (22,01 km), sulla rispolverata “Murello” (7,02 km), sull’accorciata “Val Malene” (18,28 km) e sulla “Gobbera” (9,03 km), da ripetere per due volte.

Ad affiancare De Antoni, in questo ultimo round nel CIWRC, ritroveremo Martina Musiari, reduce dalla bella vittoria di trofeo al Rally del Friuli Venezia Giulia, a fianco di Simone Rivia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.