CONDIVIDI

Qual è la prima parola che i bambini pronunciano appena iniziano a parlare? Bene, qualunque essa sia, non si può utilizzare per parlare di Antonio Straface, il giovane cantante italo-tedesco che, ancora in fasce, ha preferito esercitare l’ugola cantando al posto di provare a dire “mamma”.

Antonio Straface, classe 1991, nato a Heilbronn, nel sud della Germania ma figlio di italiani, fin dai primi anni della sua vita ha vissuto oltralpe ma, malgrado ciò, si sente al 100% italiano e nutre un profondo legame con la Città di Castello Ducale che ha dato i natali a suo padre. Grazie ai suoi genitori, Antonio è cresciuto ascoltando musica. Elvis Presley, Michael Jackson, Stevie Wonder e tanti altri grandissimi musicisti e interpreti hanno accompagnato i pomeriggi e i fine settimana in casa di questo enfant prodige tanto da avvicinarlo al Funk, al Pop e al Rhythm and Blues, portarlo a soli 3 anni sul palco a cantare Superstition e, addirittura, vederlo a 10 anni compositore. L’infanzia di Antonio Starace, si è riempita di tour in discoteche e in locali regionali in tutta la Germania. La sua voce, conosciuta in tutto il Paese grazie al suo timbro riconoscibile e la capacità di cantare in tedesco, italiano, inglese, francese e spagnolo lo ha consacrato una young star. Straface, a 16 anni, ad esempio, ha partecipato a “Deutschland sucht den Superstar” versione tedesca di “American Idol” classificandosi tra i migliori a Berlino, tanto che la sua persona è stata richiesta in una serie di importanti eventi e manifestazioni sociali rivolte specialmente ai più bisognosi.

Nel 2016 è uscito il primo album di Antonio, #IAM, mentre nel 2019, con il singolo “Il vero amore” Straface ha vinto il premio della critica al Festival della canzone italiana a Stoccarda classificandosi, inoltre, al secondo posto.

Di recente il giovane cantante ha pubblicato un nuovo brano, “Un giorno di sole”, scritto da Luca Sala e Remo Elia che è accompagnato anche da un videoclip girato nelle aree urbane di Corigliano e Rossano, per la regia di Pier Luigi Sposato e prodotto da Roka Production presente su YouTube (https://youtu.be/wy45A_w_hhE)

Ho deciso di rimanere in Italia e girare nei luoghi a me cari il videoclip della mia ultima fatica” dichiara Antonio Straface “il White Beach, il White Club e il Frederik on the Beach” sono tre location meravigliose ma, quello che più mi fa piacere è poter far vedere, grazie al web, quanto sia bella la nostra Italia!”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.