CONDIVIDI

Sabato 7 settembre alle ore 17.30 in Sala degli Arazzi dell’Accademia dei Concordi, lectio magistralis del prof. Giuliano Pisani, storico dell’arte e scrittore, dal titolo “Le rivelazioni della Cappella degli Scrovegni”.

Giuliano Pisani ci accompagnerà nel cuore di uno dei massimi capolavori dell’arte occidentale, gli affreschi dipinti da Giotto per la Cappella degli Scrovegni, fatta erigere nel 1300 dal ricco banchiere padovano Enrico Scrovegni per celebrare il potere della propria famiglia, e che fa parte di quei capolavori, che per la loro magnificenza, non smettono di destare stupore e meraviglia.

L’incontro di sabato 7 consentirà, grazie alle scoperte del prof. Pisani, di conoscere il vero significato delle scene dipinte da Giotto: un messaggio universale di salvezza e un invito a meditare sul senso della vita.

In questa occasione verrà presentato il volume edito da Utet Grandi Opere: GIOTTO, Pictor Egregius. Composto da sei saggi che affrontano Giotto, la sua vita, le sue opere, le caratteristiche innovative della sua arte e la diffusione del nuovo linguaggio giottesco a 360°, il volume unisce la competenza storica e scientifica a una narrazione chiara e coinvolgente, creando così un’opera aggiornata e definitiva di altissimo valore per lo studioso e di grande interesse per l’appassionato.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per informazioni e prenotazioni:

eventi.triveneto.utetgrandiopere@gmail.com – 340 1825387 – 339 8953777

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-lectio-magistralis-di-giuliano-pisani-giotto-e-la-cappella-degli-scrovegni-69397739507?utm_term=eventurl_text

Breve biografia di Giuliano Pisani

Giuliano Pisani è nato a Verona il 13 aprile 1950. Nel 1974 si laurea in Storia greca all’Università degli Studi di Padova con Franco Sartori. Vincitore di Concorso nazionale a cattedre, nel 1978 è nominato docente straordinario di Lettere Latine e Greche al liceo classico Giorgione di Castelfranco Veneto (Treviso) e dal 1979 al 2010 è ordinario al Liceo Classico “Tito Livio” di Padova. Dal 2011 è membro del Comitato Istituzionale dei Garanti per la Cultura Classica del MIUR e Coordinatore del relativo Comitato Tecnico, con compiti di promozione e sviluppo della cultura classica nella scuola secondaria di secondo grado e di cura scientifica delle Olimpiadi delle Lingue e Civiltà Classiche.

Per i suoi meriti culturali è membro della Société Européenne de Culture dal 1991, socio della Fondazione Lorenzo Valla dal 1996 e socio corrispondente dal 2013 ed effettivo dal 2017 dell’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti.

Nel 2017 il Presidente della Repubblica gli ha conferito il titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

I suoi interessi di studioso spaziano in vari campi, ma sono incentrati prevalentemente sulla filosofia, intesa come guida all’azione e alla saggezza. Di qui le sue traduzioni e i suoi studi su Platone e Plutarco (in particolare i Moralia, gli scritti etici che si occupano di cura dell’anima, di educazione, di politica – lavoro che gli ha valso prestigiosi riconoscimenti) e su Marsilio Ficino. Sua anche una innovativa e per certi aspetti rivoluzionaria interpretazione della Cappella degli Scrovegni di Giotto.

Da anni ha ideato e promosso il progetto Padua – Home of the Righteous, che ha portato alla realizzazione del Giardino dei Giusti del Mondo di Padova. Inaugurato il 5 ottobre 2008, vi si onora con una pianta tutti coloro che si sono opposti ai genocidi dell’ultimo secolo in ogni parte del mondo.

Il suo impegno civile lo ha portato a ricoprire l’incarico di consigliere comunale (dal 1999 al 2014) e di Assessore alla Cultura e alle politiche scolastiche e giovanili della città di Padova (2000-2004).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.