CONDIVIDI

Il progetto Green Jobs si è concluso con la StartUpCompetition svolta al Megawatt di Milano dove oltre 1600 studenti e 76 scuole arrivate da tutta Italia si sono ritrovate per l’appuntamento finale.

Il progetto Green Jobs, promosso da Ja Italia e sostenuto dalle Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa tra cui la Fondazione Cariparo, ha come obiettivo quello di promuovere e sviluppare competenze all’autoimprenditorialità in ambito green.

Per un intero anno scolastico gli studenti, supportati dai docenti e dai Dream Coach hanno ideato e prototipato prodotti e servizi green, elaborando un Report Annuale con tutte le informazioni aziendali: dal piano economico, al piano di vendita, dalle strategie di marketing fino alle analisi di mercato e dei competitors.

Per la Provincia di Rovigo hanno partecipato le classi IV° del Liceo Scientifico Paleocapa con il Professore Vito Giavarini e la IV°A e IV°B dell’IIS Viola- Marchesini accompagnate dai professori Michela Zanella e Gilberto Magosso, supportate dai Dream Coach di CoopUp Rovigo Anna Marchesini e Federico Paralovo.

Sia a Padova, nelle audizioni regionali in Fondazione Cariparo, che a Milano i progetti Paint Clay Kit e Cof-Fire del Viola-Marchesini si sono contraddistinti per l’originalità e gli aspetti innovativi dei loro prodotti, riscuotendo un ottimo successo e piazzandosi nella top ten delle migliori mini-imprese tra le 76 presenti in gara.

I ragazzi di Paint Clay Kit, capitanti dalla professoressa Michela Zanella, hanno ricevuto il premio per la miglior impresa del Veneto mentre i ragazzi di Cof-Fire con il professore Gilberto Magosso hanno raggiunto il terzo posto nella sfida nazionale.

“L’entusiasmo, lo studio e il coraggio sono stati premiati; i ragazzi,con l’indispensabile aiuto dei professori, hanno fatto squadra superando tutte le sfide di questo percorso” – commentano Anna Marchesini e Federico Paralovo di CoopUp Rovigo – “questa è la vera sfida di queste progettualità, non tanto far diventare tutti gli studenti grandi startupper, ma trasmettere a loro un approccio multidisciplinare per la soluzione di problematiche, valorizzando il lavoro di gruppo, i talenti di ognuno e il rispetto dei ruoli, unendo le capacità al fine di esaltare le peculiarità del nostro territorio”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.