CONDIVIDI

L’Alpe Adria Rally Cup 2019 è pronta ad aprire il sipario sul secondo appuntamento della serie, in occasione della seconda edizione del Murauer Rallye St. Veit, in programma per il prossimo weekend.

Flavio Miolo si avvicina all’appuntamento austriaco con tanta voglia di riscattare la sfortuna patita nel primo atto della serie mitteleuropea, il Rally Vipavska Dolina, concluso con il ritiro anticipato dovuto a noie tecniche.

In Slovenia è andata male e bene” – racconta Miolo – “perchè, da un lato, ci siamo visti costretti a lasciare la compagnia troppo presto mentre, dall’altro, abbiamo avuto la possibilità di misurare noi stessi in un contesto molto impegnativo, con prove speciali miste e di lunghezza importante. L’esperienza è stata comunque positiva e ci auguriamo di poter riprendere il percorso formativo che abbiamo iniziato in Slovenia. Qui, in Austria, la gara avrà una conformazione molto diversa, su una sola giornata, ma resterà indubbiamente tosta.”

La classifica provvisoria dell’Alpe Adria Rally Cup, nel raggruppamento C2, vede il portacolori della scuderia Racing 3 Team attualmente al quarto posto, a quota 7 punti, in coabitazione con l’austriaco Demuth.

Una lotta, sulla carta, impossibile per la Ford Fiesta ST, in versione Racing Start Plus, del pilota patavino, chiamato al confronto con vetture ben più performanti come, ad esempio, la Renault Clio Super 1600 del leader di campionato Zanon.

Siamo consapevoli di essere in una classe difficile” – aggiunge Miolo – “perchè scontriamo con autentiche vetture da rally. Abbiamo davanti a noi Zanon, su Renault Clio Super 1600, Crozzoli su Opel Astra gruppo A, Stucin e Demuth su Renault Clio. Con la nostra piccola Ford Fiesta non possiamo competere a questi livelli, sul lato tecnico, ma siamo comunque contenti di poter prendere parte ad un campionato prestigioso, il quale ci permette di correre fuori dall’Italia.”

Il pilota di Veggiano, che sarà affiancato dal sammarinese Mirco Gabrielli, è comunque positivo, in attesa di prendere il via di quello che, a primo impatto, può ricordare molto la struttura dei defunti rallysprint.

Cinque le prove speciali da disputare, tutte in programma per Sabato 18 Maggio: due passaggi sulla “Rastenfeld” (11,52 km) ai quali faranno seguito quelli sulla “Schaumboden” (20,22 km).

Alla corta “Rennbahn St. Veit” (3,58 km) il compito di chiudere la giornata unica di gara.

La tipologia di percorso ricalca quello sloveno” – conclude Miolo – “con un fondo misto. Due prove lunghe da ripetere ed una corta. È comunque un bel programma di gara. Ringrazio, da ora, il team di Soravito e Solda che ci seguiranno sul campo gara. Siamo pronti a partire.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.