CONDIVIDI

Si chiama “Biofuture” il progetto di ricerca e sperimentazione per sostenere e valorizzare l’ortofrutta veneta, che sarà presentato giovedì 9 maggio al Macfrut di Rimini da Cesare Bellò, direttore di Aop Veneto Ortofrutta e dal gruppo operativo che comprende Coldiretti Veneto, Crpv, Opo Veneto, Spazio Verde, Università di Padova, WBA (World Biodiversity Association). Il progetto, che beneficia dei fondidel Psr 2014-2020 del Veneto, si propone di offrire una prospettiva virtuosa dell’ortofrutta veneta, che guarda al futuro puntando sulla salubrità dell’ambiente e sulle buone pratiche agricole. Con questo obiettivo, si mettono insieme esperienze positive da codificare e da rendere quindi condivisibili. Un percorso quindi attivo per una ortofrutta che risponde alle richieste del consumatore che domanda sempre più prodotti, sani, certificati, provenienti da ambienti vivi. Un’orticoltura sostenibile, amica dell’ambiente e che coltiva il futuro. “Biofuture”. Puntare sulla qualità dell’ambiente che dà prodotti di qualità, è la carta vincente per lo sviluppo di una filiera sostenibile, virtuosa e in grado di remunerare adeguatamente gli sforzi dei produttori. Tale filiera merita di essere riconosciuta, promossa e presentata con efficacia ai consumatori. Uscire dalla logica delle “commodity” per andare verso le “speciality”, valorizzando i diversi territori vocati della nostra regione, è la più adeguata risposta alle aspettative dei consumatori, sempre più attenti e consapevoli nelle scelte d’acquisto. L’iniziativa verrà illustrata nell’ambito del convegno “L’ortofrutta veneta si interroga. Il futuro tra rischi e opportunità”, una iniziativa in programma alle 10,30 nella sala Neri 2 di “Rimini Expo center”. I lavori si apriranno con i saluti del presidente di Macfrut Renzo PiracciniElisa Macchi, Cso Italy, illustrerà la situazione produttiva e commerciale dell’ortofrutta italiana, mentre Roberto Della Casa (Unibo, Agroter) metterà a fuoco realtà, prospettive e tendenze dei consumi, e Paolo Fontana (Fondazione Edmund Mach) parlerà dei cambiamenti climatici e di insetti alieni. E’ previsto l’intervento dell’assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan che presenterà le strategie messe in atto dalla Regione per rafforzare e dare ulteriore qualità al settore. Chiude i lavori il presidente della Coldiretti del Veneto Daniele Salvagno. Coordinatore del convegno Pietro Piccioni, direttore Coldiretti del Veneto.

Angelo Squizzato

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.