CONDIVIDI

Venerdi 3 maggio ad Adria presso la Sala Cordella si è tenuta  la serata dedicata alla situazione sui diritti umani in Egitto e alla vicenda di Giulio Regeni organizzata dal Gruppo Amnesty International di Rovigo e dal Comune di Adria.

Davanti ad una sala strapiena sono intervenuti Andrea Michieletti assessore al turismo del comune di Adria, Giulia Anderson ricercatrice presso United Network EU  e attualmente responsabile di un programma di formazione delle Nazioni Unite e Giovanni Stefani responsabile del gruppo 215 di Rovigo  di Amnesty Italia, preceduti da un saluto del sindaco Omar Barbierato.

In apertura di serata la proiezione de “Il nostro uomo al Cairo” l’importante documentario è stato scritto da Bencé Maté e Vania Del Borgo, diretto da Bencé Maté e prodotto da GA& AProductions e Gruppe 5 in collaborazione con Sky. Il docu-film racconta la situazione politica in Egitto a seguito della salita al potere di Abdel Fattah Al Sisi nel 2013, situazione che ha fatto registrare arresti, torture e sparizioni forzate raggiungendo livelli senza precedenti in Egitto. Eppure il presidente egiziano, responsabile dell’incarcerazione di oltre 40mila dissidenti politici, è ancora visto in Occidente come un alleato nella lotta per la stabilità politica in Medio Oriente.

Dopo la visione del docufilm i relatori sono intervenuti per spiegare al pubblico la situazione geopolitica del’Egitto con l’ascesa al potere dell’attuale dittatore Al-Sisi, che ha portato ad un aumento esponenziale delle violazioni dei diritti umani e la vicenda del nostro connazionale Giulio Regeni morto sotto tortura e il cui corpo è stato abbandonato lungo un’ autostrada alla periferia del Cairo. Da allora Amnesty International ha lanciato la campagna Verità per Giulio Regeni, iniziativa che punta a fare luce e chiedere giustizia sugli ultimi giorni di giulio torturato per 8 giorni e poi ucciso. La campagna Verità per Giulio Regeni continuerà fino a che non sapremo la verità, sul sito www.amnesty.it si può firmare l’appello per Giulio.

Numerosi gli interventi e le richieste di chiarimento da parte del folto pubblico. In chiusura di serata sono stati ricordati i prossimi appuntamenti di Amnesty International sul territorio a fianco dell’Associazione Voci per la Libertà. I diritti umani si promuovono anche attraverso l’arte. Sabato 11 maggio proprio ad Adria presso il Bar Cavour il concerto di Danilo Ruggero, cantautore siciliano vincitore del premio della critica all’ultima edizione del festival; domenica 12 maggio la crociera musicale sul Delta del Po che inaugura la stagione di Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani.

Per informazioni e prenotazioni  3472542379 o vociperlaliberta@gmail.com.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.