CONDIVIDI

A dire il vero mai avremo pensato di prendere carta e penna, va beh si fa per dire, e lanciarci in difesa di Fabio Fazio.

A dirla proprio tutta il suo programma non ci piace, tanto che, qui in redazione non lo guarda nessuno.

E le critiche per questo e quell’intervistato, in questa o quella data non le abbiamo mai raccolte.

Abbiamo fatto spallucce per gli strali lanciati, in passato, dai vari esponenti del centrodestra e del centrosinistra. Immaginatevi quale interesse possono aver suscitato a queste latitudini quelli dei 5 stelle!

Un po’ ci aveva incuriosito l’uscita della sorella d’Italia, Giorgia Meloni, sui costi sostenuti per l’intervista a Macron di domenica scorsa, ma considerata la fonte abbiamo volutamente glissato.

Però, c’è un però. Un’alzata di ciglio ci è sembrata doverosa dopo aver sentito l’attacco frontale a Fabio Fazio condotto da uno dei telegiornali della tv di Stato, il Tg2, mediante un servizio intriso di veleno.

Un servizio che poteva limitarsi a fare la cronaca dell’intervista di Fazio al presidente francese Emmanuel Macron ma che, alla prova dei fatti è andato oltre, molto oltre, giungendo a dare giudizi pesantissimi, e non certo lusinghieri sul conduttore.

Un caso unico nel suo genere, finora inedito, e potremmo sbilanciarci e dire inaudito: un telegiornale Rai che attacca un conduttore Rai.  Si afferma che “Fazio porge argomenti, Macron sceglie come affrontarli”,  “Fazio annuisce e non incalza”., fino ad arrivare ai paragoni con interviste del passato  “Tornano in mente le interviste ai capi di Stato quelle vere. Per sintesi due soli esempi distinti e distanti eppure maiuscoli: Oriana Fallaci al cospetto dell’Ayatollah Khomeini, Gianni Minà, sei ore di fila di domande a Fidel Castro”. Come dire, quelli erano giornalisti, mentre Fazio è altro.

Non bastasse tutto ciò arriva il tweet di Marco Marzocchi: “È appena andata in onda una lezione di storia, politica, geopolitica, filosofia, economia, letteratura, da parte del Presidente Francese Macron. Su Raiuno a Che Tempo Che Fa. Per carità, pure interessante. Ma le interviste sono un’altra cosa”.

Invochiamo censura? Tutt’altro. Le opinioni personali sono tutte rispettabili. Nessuna esclusa.

Siamo però convinti che un telegiornale dovrebbe informare, non manganellare catodicamente per interposta persona.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.