CONDIVIDI

Sette i Paesi ospitati:Cina, Korea, Ungheria, Giordania, Georgia, Francia, Russiae sette i concerti in programma (sei aPalazzo Ducale: 30 gennaio, 18 febbraio, 6 marzo, 29 aprile, 31 maggio, 18 giugno e uno al Porto Antico: il 29 luglio), ognuno dei quali è collegato ad una o più nazioni sia in termini culturali, sia istituzionali. L’offerta del Festival spazia dalla musica sinfonica, alla lirica, ai recital, alla musica vocale, sconfinando fino al pop.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito, con l’obiettivo di investire sulla formazione e sullo sviluppo della passione dei giovani.

Di seguito il programma del GIMYF 2019:

  • 30 gennaio Palazzo Ducale ore 21.00,Il Sinfonismo mitteleuropeo
    Alpen Symphonie Orhester
    Andrea Bachetti, pianoforte
    Ricardo Casero, direttore
  • 18 febbraio Palazzo Ducale ore 21.00,Il virtuosismo di Paganini e Liszt
    Kevin Zhu, violino
  • 6 marzo Palazzo Ducale ore 21.00,Highlights of musical
  • 29 aprile Palazzo Ducale ore 21.00,Hell Viaggio nell’inferno dantesco
  • 31 maggio Palazzo Ducale ore 21.00,La grande Russia
  • 18 giugno Palazzo Ducale ore 21.00,Abbraccio pop-sinfonico(in occasione della Festa della musica)
  • 29 luglio Porto Antico ore 21.00,Gran Galà lirico Orchestra Giovanile dell’Opera di Roma e i migliori talenti dalla Korea

IlGenoa International Music Youth Festival (GIMYF) è patrocinato e sostenuto dal Comune di Genova e vede il sostegno organizzativo di Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura,Porto Antico Eventi, Liceo Musicale Sandro Pertini, AMT Genova, Coop Liguria, Tower Genova Airport, Camera di Commercio. Media partner:Il Secolo XIX, GenovaToday.it, La Voce di Genova.it, I Segreti dei Vicoli di Genova, Guido Gargioni VideoeTop1 Communication Ufficio Stampa.

DA GENNAIO A LUGLIO – 7 CONCERTI DI 7 PAESI

Il festival dedicato alle orchestre giovanili provenienti da tutto il mondo

In programma musica sinfonica lirica, recital, musica vocale e pop

Genova come epicentro culturale mondiale: è questo il filo conduttore della prima edizione delGenoa International Music Youth Festival (GIMYF), evento nato da un’idea dell’Associazione Internazionale delle Culture Unite (AICU) e realizzato grazie alla coorganizzazione con il Comune di Genova e alla collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e Porto Antico Eventi.

Il GIMYF, che si svolgerà da gennaio a luglio, si svilupperà in sette appuntamenti ad ingresso gratuito, trasversali nei generi e dedicati ad altrettanti paesi: Cina, Korea, Ungheria, Giordania, Georgia, Romania, Russia. Il cartellone a cadenza mensile, spazia dalla musica sinfonica, alla lirica, ai recital, alla musicavocale, sconfinando fino al pop.

«Una rassegna a livello mondiale, che porterà nella nostra città giovani musicisti di straordinario talento. Con il GIMYF, Genova continua la sua azione di rilancio legata ad arte e turismo, costruendo ponti culturali fra nazioni, per traguardare una nuova modalità di agire la cultura e creare, nel contempo, opportunità turistiche ampie e concrete per la nostra città» ha spiegato l’assessore alle Politiche culturali Barbara Grosso.

«Grazie anche alla collaborazione di Camera di Commercio – ha affermato l’assessore al Turismo e Commercio Paola Bordilli– abbiamo voluto arricchire il soggiorno dei musicisti, con visite guidate alle Botteghe Storiche e degustazioni di prodotti tipici del territorio. La volontà è mostrare loro Genova, le sue bellezze, il suo territorio e le sue imprese storiche. Stiamo lavorando poi affinché il Festival possa essere anche occasione per valorizzare la rassegna Chiese in Musica: verrà infatti strutturata maggiormente ed internazionalizzata grazie proprio al sostegno dei musicisti che verranno nella nostra città».

«Da sempre la musica può ispirare e consegnare esempi di straordinario valore. Il linguaggio musicale è infatti uno degli esempi più rappresentativi di linguaggio universale e l’orchestra è un modello perfetto di cooperazione e di tensione rispettosa verso un obiettivo comune» ha aggiuntoLorenzo Tazzieri, presidente di AICU e direttore artistico di GIMYF, per il quale è coadiuvato e supportato dal Alberto Macrì.

A soli 33 anni, Tazzieri è il direttore principale dellaTokyo Metropolitan Opera Foundatione direttore artistico dell’Amman Opera Festival, il primo festival operistico fondato nel mondo arabo. È stato il più giovane musicista ad essere insignito del titolo diAmbasciatore di Genova nel Mondodal sindaco Marco Bucci e dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

I primi sei concerti si svolgeranno a Palazzo Ducale, mentre l’ultimo avrà come cornice il Porto antico.

Si inizia mercoledì30 gennaio, con lo spettacolo inaugurale, che avrà come protagonista il pianista genovese Andrea Bacchetti con la Alpen Symphonie Orchester diretta dal direttore spagnolo Ricardo Casero.

L’appuntamento di lunedì 18 febbraio, riporterà a Genova Kevin Zhu, vincitore dell’ultima edizione del Concorso Violinistico Internazionale dedicato a Niccolò Paganini. Il violinista americano, in duo con il pianista ungherese Marton Kiss, propone un programma dedicato al virtuosismo di Paganini e Liszt.

Highlights of musical,mercoledì 6 marzo, sarà interamente dedicato ai musical e proporrà i brani più famosi tratti dal repertorio internazionale.

Lunedì 29 aprilesarà in cartelloneHell, Viaggio nell’inferno dantesco, che vedrà in scena un’orchestra da camera, cantanti e una compagnia teatrale, in un crossover di prosa e musica sul tema della prima Cantica della Divina Commedia.

Il concerto divenerdì 31 maggio, sarà un omaggio aLa Grande Russia,con un’orchestra proveniente dalla Romania.

In occasione dellaFesta della Musica,martedì 18 giugno andrà in scena unAbbraccio Pop-Sinfonico, dedicato a questa forma d’arte, capace di comunicare contutti i popoli attraverso un linguaggio universale e di interagire tra i suoi stessi generi.

La prima edizione delGenoa International Music Youth Festival (GIMYF)si concluderà illunedì 29 luglio, con ilGran Galà Lirico,con l’Orchestra Giovanile dell’Opera di Roma e alcuni dei migliori solisti provenienti dalla Korea, in occasione della rassegnaGenova Porto Antico EstateSpettacolo.

Oltre al Festival, AICU ha in programma alcune attività collaterali: AMT metterà a disposizione un bus d’epoca e altri spazi, dove gli studenti del Liceo Musicale Pertini saranno coinvolti in attività musicali quali flash mob e in veri e propri concerti a sorpresa; inoltre sono previste attività formative, con cori eorchestre giovanili che si svolgeranno nel periodo della manifestazione. Si inizia il 21, e si prosegue fino al 31 gennaio, con la masterclass del coro cinese della Provincia di Sichuan, con la quale AICU ha stretto un accordo di collaborazione percorrendo così laVia della Seta.

Un collegamento culturale che ha dato i suoi frutti nel settembre scorso quando, con il sostegno organizzativo del Comune di Genova, il Concorso Paganini ela Provincia di Sichuan in Cina,AICU ha organizzato una tournée per il vincitore dell’ultima edizione del Concorso Violinistico Internazionale, con un repertorio dedicato alle musiche del grande virtuoso genovese Niccolò Paganini. A questa serie di concerti sono seguite le rappresentazioni operistiche a Chengdu e i percorsi formativi con i cori cinesi a Genova.

Parallelamente, sono in programma un concerto paganiniano a San Pietroburgo, in occasione della visita della delegazione del Comune di Genova in Russia, l’organizzazione di un festival gemello in Georgia e la messa in scena diIl Barbiere di Sivigliain Cina, oltre ad altre attività di interscambio culturale.

Per informazioni:segreteria.aicu@gmail.com

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.