CONDIVIDI

Un anno di conferme e importanti novità. Anche nel 2018 il Coni Point di Rovigo ha mosso i fili dello sport polesano con una progettualità ricca e trasversale per consentire una crescita dell’intero movimento in provincia di Rovigo.

Tante le iniziative e le idee realizzate grazie alla collaborazione con il Coni Veneto, con le federazioni sportive e gli enti di promozione, ma anche molti altri interlocutori. Dodici mesi che danno il giusto slancio per affrontare un 2019 altrettanto intenso. “Il Coni a livello nazionale si sta affacciando a una fase di profondo cambiamento. In molti hanno già preso posizione contro la riforma proposta dal governo – sottolinea Lucio Taschin, delegato provinciale a cinque cerchi – Comunque vada, il Coni Point di Rovigo ha steso un programma per il nuovo anno che consolida e rafforza un piano di intervento sportivo che tocca molteplici aspetti. A livello nazionale il Coni punta alle medaglie, sul territorio, invece, la mission è più complessa: ci occupiamo di allargare la base della piramide sportiva; le nostre sono ‘olimpiadi dei numeri’, non di risultati. La nostra provincia resta, comunque, un bacino piuttosto limitato: l’impegno, perciò, deve essere concentrato nel fare bene poche cose. Dobbiamo essere il vino buono nella botte piccola dello sport. Se riusciamo a trovare più risorse, a valorizzare le nostre eccellenze sportive, a organizzare eventi che creino piccole economie dello sport, a insegnare alle nostre società come organizzarsi meglio e a convincere gli amministratori a sottoscrivere un ‘patto sociale’ per lo sport, allora potremmo centrare il nostro obiettivo. A darci fiducia è soprattutto un 2018 che ha regalato molte soddisfazioni sotto tutti i punti di vista”.

Un anno ancorato alle solite e affidabili priorità: giovani, scuola, promozione sportiva e sinergia con ogni realtà attiva nell’universo sportivo polesano. Punti fermi che il team del Coni Point di Rovigo ha condiviso con la nutrita squadra di

fiduciari a cinque cerchi, composta da: Angelo Rossi, Nicola Fini, Raffaello Franco, Michele Veronese, Mario Tosatti,

Paola Gazzi e Martial Tchouameni Ngomadji.

PROMOZIONE DELL’EDUCAZIONE MOTORIA

Il progetto “Sport @ Scuola”, inserito nel bando “Sportivamente” promosso dalla Fondazione Cariparo, ha consentito di incrementare la qualità dell’educazione motoria nelle scuole primarie polesane con ben 3500 ore di lezione nelle due finestre primaverile e autunnale, condotte da ben 35 esperti laureati in Scienze motorie in un totale di 459 classi. “Sport @ Scuola” ha offerto anche quattro incontri con gli studenti (Badia Polesine, Rovigo, Taglio di Po, Melara) per approfondiare il tema della sana alimentazione. Da ottobre a dicembre si è, inoltre, arricchito dell’esperienza “Be Active”, innovativa sperimentazione che il Coni Point di Rovigo da due anni propone con la collaborazione del professore Piero Ambretti e che associa alle ormai note “pause attive” in orario scolastico un’approfondita ricerca sugli alunni (1200, di 63 classsi, quelli conivolti nel 2018), i cui risultati saranno esposti a breve in un convegno dedicato. Grazie anche a “Sport di Classe”, parallelo progetto promosso dal Miur e coordinato dal Coni Point di Rovigo, si è implementata l’educazione motoria nella quasi totalità delle scuole primarie polesane.

RAPPORTO CON LA SCUOLA

Per tutto l’anno il Coni Point di Rovigo si è confrontato con l’Ufficio scolastico provinciale al fine di garantire la piena riuscita di tutti i progetti legati al mondo della scuola. Non solo una condivisione di idee, bensì una collaborazione operativa nella gestione diretta di iniziative impossibili da realizzare senza un dialogo costruttivo con il referente per l’educazione fisica dell’Ufficio scolastico, Fabio Vettorello. Nel corso dell’anno il Coni Point di Rovigo si è occupato anche di promuovere e pubblicizzare le varie fasi dei Campionati studenteschi. Confermato anche il sostegno all’indirizzo sportivo del liceo scientifico “Paleocapa” di Rovigo.

CONI POINT ROVIGO

In ambito scolastico il Coni Point di Rovigo è diventato partner attivo del progetto “Sinergie per un viaggio sicuro”, ideato dal Centro Territoriale di Supporto ai Bisogni Educativi Speciali e selezionato a livello nazionale dall’impresa sociale Con I Bambini: per due anni anche attraverso la promozione dello sport si cercherà di contrastare il fenomeno dell’abbandono scolastico; a gennaio i primi cicli di leazione.

EVENTI

Ad aprile la terza edizione della “Festa Young”, evento dedicato alla valorizzazione dei giovani sportivi Under 15, ha raccolto circa 500 persone al Palazzetto dello sport di Badia Polesine: 41 premi consegnati grazie alla collaborazione delle amministrazioni comunali, di federazioni ed enti di promozione; il tutto alla presenza di 3 testimonial (i rugbisti Matteo Ferro ed Edoardo Lubian, e il campione di beach volley Nicola Grigolo).

Il mese di giugno ha riproposto “A Tutto sport”, giornata di promozione sportiva nel centro storico di Rovigo (Piazza Matteotti) con cui il Coni Point di Rovigo ha festeggiato la “Giornata Nazionale dello Sport”; coinvolti quasi 600 giovani e 11 federazioni ed enti di promozione; 9 gli eventi organizzati parallelamente negli altri Comuni della provincia.

La grande novità del 2018 è rappresentata da “Sport Village”, una due giorni di eventi proposta a metà settembre tra il campo di atletica “Tullio Biscuola” di Rovigo e piazza Vittorio Emanuele, per consentire ai giovani studenti delle

primarie della città di provare in orario scolastico oltre 10 discipline sportive grazie all’aiuto delle federazioni e degli enti di promozione. Ma anche per consentire a ben 15 società sportive di presentare i loro atleti nel “salotto buono” di Rovigo alla presenza di due testimonial d’eccezione: l’alpinista Marco Peruffo e il campione olimpico di canottaggio Rossano Galtarossa.

A novembre la tradizionale cerimona delle Benemerenze sportive: tra medaglie e stelle di bronzo, “Premi Coni Point” e riconoscimenti speciali, a Palazzo Roncale sono stati premiati 35 sportivi grazie alla collaborazione di federazioni ed enti di promozione.

Per la prima volta Rovigo ha avuto l’onore di ospitare “Sport Veneto in Festa”, evento itinerante proposto annualmente dal Coni Veneto per premiare l’eccellenza sportiva della regione. Il 16 novembre nella splendida cornice del Salone del Grano della Camera di commercio di Rovigo si sono radunati 250 sportivi provenienti da tutto il Veneto; 80 i riconoscimenti consegnati dalle principali autorità locali e regionali.

“SPORTIVAMENTE”

Grazie al secondo filone dell’ottava edizione del bando della Fondazione Cariparo, ben 61 società sportive hanno beneficiato di buoni per l’acquisto di materiale sportivo da dedicare all’attività sportiva Under 18. Quasi un centinaio le domande raccolte dal Coni Point di Rovigo, 130mila euro il contributo totale erogato. La consegna dei buoni a giugno a Palazzo Roncale in una cerimonia che ha coinvolto circa 120 persone.

CAS

Attraverso la riproposizione dei Centri di avviamento allo sport si è rinnovata la collaborazione tra alcune delle società sportive più organizzate del Polesine per dare la possibilità a tutti i tesserati di ampliare il loro bagaglio sportivo. La rete nel corso del 2018 si è allargata rispetto all’anno precedente, accogliendo in totale 7 società; 250 i ragazzi coinvolti. In autunno anche gli sportivi polesani hanno preso parte all’evento finale del progetto a Belluno.

FORMAZIONE

Parte degli sforzi nel corso del 2018 sono stati dedicati anche alla formazione, aspetto che sta particolarmente a cuore al Coni Point di Rovigo. Grazie alla forte collaborazione con la Scuola regionale dello sport del Coni Veneto, il 21 aprile nella Sala mediateca del Palazzo delle federazione del Coni Point di Rovigo è stato proposto l’interessante aggiornamento di primo livello “Sport e impianti – Progettazione, gestione e finanziamenti”, dedicato ai dirigenti di società sportive. Il 19 novembre la seconda edizione de “I nuovi bisogni dello sport”, convention appositamente dedicata agli amministratori pubblici: in cattedra è tornato Roberto Ghiretti, esperto di comunicazione sociale e sportiva; con lui anche l’architetto Gabriele Bassi, che ha aiutato gli oltre 30 presenti a districarsi nella complicata burocrazia legata all’impiantistica sportiva.

RAPPORTO CON FSN, EPS E DSA

Attraverso confronti periodici il Coni Point di Rovigo ha alimentato un costruttivo dialogo con le varie componenti dello sport polesano. I rapporti con le federazioni, gli enti di promozione sportiva e le discipline associate sono stati intensi per tutto il 2018: in totale cinque le occasioni di confronto con i delegati provinciali per condividere progetti e idee.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.