CONDIVIDI

A commento del commissariamento CARIGE riprendiamo dal primo documento che critica giustamente le misure prese dalla BRI (Basilea 1, 2 e 3) volte a ricapitalizzare banche che, contrariamente alla credenza popolare istigata dalla profonda corruzione del mondo accademico (salvo rarissime eccezioni), non sono “intermediare” ma creano la maggior parte dell’offerta di denaro.

Si è mai sentita dire una assurdità come “è necessario ricapitalizzare la zecca altrimenti potrebbe fallire?”
Il documento di Werner è prezioso anche perché ci indica anche quali sarebbero state le misure atte a correggere la crisi: ovvero l’indirizzamento del nuovo denaro creato dalle singole banche (credit guidance) verso scopi produttivi, ovvero che incrementano il PIL, piuttosto che a scopi speculativi finanziari che aumentano la bolla dell’economia “irreale” a scapito di quella reale.

Qui aggiungiamo, come poi Werner ha affermato in un recente video (https://www.youtube.com/watch?v=8FT-zyTX2nE) che l’attuale manovra esterofila criminale targata BCE di eliminare le piccole banche a favore di un accentramento massivo – vedasi il caso delle BCC – porterà alla disfatta delle PMI poiché solo le piccole banche territoriali sono in grado di assisterle con competenza sul territorio.

(In chiaro: verrà asfaltato il credito alle piccole e medie aziende a favore delle multinazionali)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.