CONDIVIDI

Qualche volta arrivano a tradimento. Vedi sul display un numero che non hai in rubrica e decidi di rispondere lo stesso, nel caso fosse una telefonata di lavoro o ti stesse chiamando qualcuno a cui hai lasciato il numero e non ricordi in quel momento. Appena schiacci il tasto verde, ecco che parte la solita cantilena: «Buongiorno, signore. Lei è il signor Tizio Caio? Sono Rosetta Stierina, la sto contattando dalla società Vodatim per proporle la nostra nuova offerta di Internet a casa…». Ed ecco che ti vedi costretto a riappendere oppure, il più garbatamente possibile, a dialogare con l’operatore ed a cercare di fargli capire che non sei interessato alla promozione. Tutto questo sta per finire, perché il Garante per le comunicazioni ha assegnato un prefisso per riconoscere letelefonate dei call center, cioè le chiamate a scopo commerciale che ti arrivano sia sul fisso sia su cellulare.

Che dovesse arrivare il prefisso dedicatoalle telefonate commerciali era già noto perché previsto da una legge entrata in vigore nei primi mesi del 2018. Ora, però, sappiamo quali sono i numeri che dovrai guardare sul display del tuo apparecchio per sapere se ti sta chiamando un call center o tua suocera e decidere, in entrambi i casi, di non rispondere.

Quella del prefisso per riconoscere le telefonate dei call center non è l’unico strumento di cui dispone il consumatore per evitare le chiamate commerciali indesiderate ma è, sicuramente, il più immediato. Esiste, come abbiamo già avuto modo di spiegare, il Registro pubblico delle opposizioni, cioè quell’elenco di numeri in cui inserire quello di casa tua o del tuo telefonino per non essere più disturbato (a meno che non abbia dato il proprio consenso a certe società al momento di firmare con loro un contratto di acquisto). Iscriversi a questo Registro non significa perdere delle ore ma c’è chi per pigrizia o per qualsiasi altro motivo non lo ha fatto e continua a lamentarsi delle chiamate commerciali ricevute all’ora di cena. Ora, chi fa le telefonate da un call center dovrà usare un prefisso per essere riconosciuto.

Telefonate dei call center: qual è il prefisso per riconoscerle?

Segnati queste quattro cifre: 0844. Questo è il prefisso che permetterà di riconoscere le telefonate dei call center che ti propongono un nuovo abbonamento per il tuo telefono cellulare, per la connessione Internet a casa o per la pay-tv. Se ricevi la mitica chiamata all’ora di cena e guardi sul display del tuo telefono, potrai sapere se si tratta di un call center oppure di tuo figlio che ti avvisa che ha perso il treno e sta per arrivare con quello successivo. Se il numero in entrata inizia con 0844, sai che stai per rispondere ad una telefonata commerciale.

Se, invece, la telefonata ha scopo statistico e non commerciale (un sondaggio di un istituto demoscopico come l’Eurispes, ad esempio), il numero dovrà riportare il prefisso 0843. Da questa regola resta escluso l’Istat, che avrà il suo numero particolare.

Telefonate dei call center: possono chiamare da un altro numero?

Attenzione perché c’è l’inghippo. Le società di telefonia o di pay-tv possono incaricare di fare queste telefonate ad un call center esterno, il quale avrà la possibilità di utilizzare un numero che iniziaper (come quelli di rete fissa) oppure per 3, come i cellulari, sperando che il potenziale interlocutore ci caschi e risponda al telefono. La legge ha pensato anche a questo. Come?

La maggior parte delle persone, quando riceve una telefonata da un numero che non conosce, non risponde e, eventualmente, richiama dopo qualche minuto chiedendo chi è ed il motivo della telefonata. Con i call center questo non era possibile: non era possibile mettersi in contatto con uno di quei numeri utilizzati a scopo commerciale. Un po’ come le newsletter che si ricevono via e-mail alle quali non è possibile rispondere.

La novità consiste proprio in questo: nel dare la possibilità al cittadino di richiamare il numero apparso sul display ed al quale non ha risposto.

Telefonate dei call center: quando saranno riconoscibili?

Le telefonate dei call center dovranno mostrare il prefisso 0844 entro Natale. Il Garante, infatti, ha dato 2 mesi di tempo alle società per adattarsi a quanto disposto dalla legge entrata in vigore a febbraio 2018.

Telefonate dei call center: il Registro delle opposizioni

Come dicevamo, esiste un altro modo per evitare di rispondere ad una telefonata dei call center ed è quello di iscriversi al Registro pubblico delle opposizioni. A differenza di una volta, oggi non solo si può inserire nel Registro il numero di telefono fisso ma anche quello del proprio cellulare, in modo da impedire che le chiamate moleste arrivino anche lì.

Inoltre, la legge ha cancellato la regola secondo cui un call center poteva chiamare un utente che aveva dato il consenso a questo tipo di chiamate (spesso a sua insaputa) al momento di acquistare un prodotto o un servizio. Insomma, hai presente quei fogli che ti danno da firmare quando acquisti una sim? Il commesso del negozio ti barra le caselle e tu ci metti la firma senza badarci troppo. Ecco, in quel momento hai autorizzato la società a chiamarti a casa per tenerti informato sulle sue offerte e per chiederti un nuovo abbonamento. Oggi, come detto, questo rischio non esiste più, a patto che il consenso sia stato dato prima dell’iscrizione al Registro.

Per fare un esempio. Il 1° giugno vado ad acquistare un abbonamento a Sky e, consapevole o meno, do la mia autorizzazione ad essere chiamato per il telemarketing. Un mese dopo, compro alla Vodafone una nuova sim per il cellulare e faccio lo stesso, cioè firmo dove mi dicono di firmare. Stanco di rispondere sempre alle chiamate commerciali, il 1° ottobre mi scrivo al Registro delle opposizioni. Da quel momento in poi, né Sky né Vodafone potranno farmi una chiamata commerciale al numero che ho tutelato. Se, però, il 10 novembre acquisto un altro prodotto e ci metto di nuovo la firma, quella società potrà chiamarmi all’ora di cena.

Puoi iscriverti in modo gratuito e permanente (cioè per sempre) al Registro delle opposizioni:

  • tramite il sito Internet registrodelleopposizioni.it;
  • chiamando il numero verde 800.265.265;
  • facendo richiesta via fax al numero 06.54224822;
  • inviando una raccomandata all’indirizzo: Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni – Abbonati, Ufficio Roma Nomentano, Casella Postale 7211, 00162 Roma.
  • L’iscrizione sarà effettiva dopo una quindicina di giorni dalla richiesta.

Fonte: La legge per tutti

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.