CONDIVIDI

Ivan Dall’Ara, ti giungano i migliori auguri di buon lavoro da “La Repubblica Veneta”.

Questo tuo nuovo impegno assunto, come Presidente della Provincia di Rovigo si va a sommare a quello che già stai svolgendo più che egregiamente a Ceregnano.

I tuoi colleghi amministratori del Polesine hanno visto in te l’uomo giusto a cui affidare le redini di un ente, la Provincia appunto, che sembra in affanno.

A nostro modesto parere non potevano effettuare scelta migliore.

Tutte le polemiche sul taglio, delle province, tutte le vicissitudini, di questa provincia, tutti i problemi che fanno e faranno riferimento all’ente provinciale, troveranno in te un attento ascoltatore.

E dopo l’ascolto siamo certi che riuscirai a trovare soluzioni degne di questa lingua di terra che scorre fra i due fiumi più importanti d’Italia.

Anche noi abbiamo ascoltato. E letto le tue prime parole da Presidente. Constatiamo, e mai abbiamo dubitato, che hai le idee chiare sulle priorità del tuo mandato.

“La pesca e l’edilizia scolastica sono i due aspetti più importanti su cui lavorare.”

Come darti torto!

Anche e soprattutto in virtù di quanto il maltempo ha provocato in questi giorni!

Ci piace anche la tua posizione, tutt’altro che scontata, su quello che dovrebbe essere l’organismo che più di ogni altro ha il compito di incentivare e sostenere l’economia polesana, e cioè il Consvipo.

Parole chiare, le tue. “Io sono stato tra quei sindaci che hanno lavorato perché il Consvipo restasse in piedi. “Sono fermamente convinto che la nuova governance che abbiamo scelto, affidando la guida del Consorzio a Guido Pizzamano, saprà rilanciare l’azione dell’ente. Serve soltanto ottimismo”.

E se fino ad ieri l’ente Provincia non aveva ancora versato il proprio contributo, pari ad oltre 260.000 euro, il tuo intervento è stato preciso, determinato. “I soldi li troveremo. Faremo in modo di trovarli. Non è un problema. Ho fatto bilanci per 45 anni, so bene come muovermi. Basta un po’ di… ingegneria finanziaria”

Auspichiamo che il tutto sia condiviso dai tuoi colleghi.

Altre nuove prove ti attenderanno ma, per quanto ardue, non sapranno scoraggiarti.

AUGURI PRESIDENTE

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.