CONDIVIDI

Le dune sabbiose, la vegetazione rigogliosa e il mare blu: la grande bellezza del Mare Adriatico continua ad affascinare anche gli sguardi più attenti.

Mancano poche settimane alla chiusura del concorso fotografico “Un mare di Energia”, promosso e organizzato da Adriatic LNG in collaborazione con l’Associazione culturale Athesis (Boara Pisani, Padova), la Confraternita del Fotofilò (Stanghella, Padova) e il Circolo Fotografico L’Obiettivo (Dolo, Venezia), con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (FIAF).

Per iscriversi e presentare le proprie opere, professionisti e appassionati hanno tempo fino al 20 agosto, tramite il portale http://athesis77.it/adriatic.

Oltre al tema libero, i temi che Adriatic LNG invita ad esplorare sono due: il primo, intitolato “L’uomo e il mare”, si concentra sulle differenti sfaccettature che da sempre caratterizzano il rapporto tra l’essere umano e il mare (dal ruolo del mare quale fonte di vita, alle sfide sportive, dal turismo alle esplorazioni). Il secondo “Paesaggi marini” è dedicato agli aspetti naturali che contraddistinguono l’Alto Adriatico e i suoi molteplici paesaggi, popolati da una ricca vegetazione e da una straordinaria varietà di specie animali.

Con questa iniziativa Adriatic LNG desidera rendere omaggio all’Alto Adriatico, dove ha sede il terminale di rigassificazione. In quest’area, dal 2008 a oggi, la Società ha costruito con il territorio relazioni importanti di crescita, sostegno e sviluppo: da qui nasce la precisa volontà di affidare alla comunità locale un inedito racconto di questo straordinario tratto di mare, dove l’energia del mondo naturale si combina con l’intraprendenza dell’uomo.

Gli scatti saranno valutati da giurie di esperti. La partecipazione ai due temi dedicati al Mare Adriatico è gratuita, mentre il tema libero è soggetto a quota diiscrizione. La premiazione dei vincitori avrà luogo a fine settembre presso la prestigiosa sede di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin, situata a Vescovana (Padova). In palio un montepremi complessivo di 3.000 euro.

Adriatic LNG

Entrato in esercizio nella seconda metà del 2009, il terminale di rigassificazione Adriatic LNG assicura all’Italia il 10% dei consumi nazionali di gas. Infrastruttura strategica per il Paese per il suo contributo alla diversificazione dell’approvvigionamento energetico, Adriatic LNG ad oggi ha contribuito a soddisfare i consumi nazionali di gas naturale immettendo nella rete nazionale gasdotti oltre 50 miliardi di metri cubi di gas (pari ad oltre la metà del consumo nazionale del 2017) proveniente via nave da 7 Paesi (Qatar, Egitto, Trinidad&Tobago, Guinea Equatoriale, Norvegia, Nigeria e Stati Uniti). Adriatic LNG è co-controllata da EMIGAS (affiliata del gruppo ExxonMobil) e Qatar Terminal Limited (affiliata del gruppo Qatar Petroleum) e partecipata da SNAM. L’organico di Adriatic LNG è composto da 122 persone. I dipendenti che provengono dal Veneto sono 41 mentre sono 60 le imprese venete che dall’inizio del progetto fino ad oggi sono state coinvolte nell’indotto.

Le associazioni partner

Associazione Culturale Athesis – BFI

Costituita nel 1977 a Boara Pisani (Padova), l’associazione fa parte della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche (FIAF), che le ha riconosciuto il titolo di BFI (Benemerito della Fotografia Italiana). E’ presente con gallerie permanenti a Boara Pisani, Rovigo, Pontecchio Polesine e Stanghella. Iscritta alla FIAF fin dalla nascita, ha sempre rivolto l’attività sociale alla valorizzazione della cultura veneta e del territorio attraverso l’attività di ricerca e salvaguardia di documenti, soprattutto fotografici, riguardanti il passato, nonché la diffusione dell’uso della lingua veneta.

Circolo Fotografico L’Obiettivo – BFI

Fondato nel 1969 a Dolo (Venezia) da Paolo Prando, Artista Fotografo AFIAP e BFI, tuttora presidente del circolo e delegato FIAF, negli anni Settanta L’Obiettivo ha contribuito a rinnovare la Federazione e in generale il mondo della fotografia amatoriale italiana, distinguendosi per l’attivazione di relazioni culturali con paesi dell’Est Europa. Dal 2015 il circolo collabora con la Città Metropolitana di Venezia nell’organizzazione del concorso legato alla manifestazione “Riviera Fiorita” e nella costruzione di un archivio fotografico sui beni storico-architettonici a Venezia e in terraferma. Nel 2016 e 2017 è stato inoltre coinvolto in progetti di carattere naturalistico.

Confraternita del Fotofilò

La Confraternita nasce a Stanghella (Padova) nell’aprile 2016, sotto gli auspici dell’Associazione Culturale Athesis di Boara Pisani e del Circolo Fotografico l’Obiettivo di Dolo, da una visione di Graziano Zanin e supportata da Paolo Prando. All’iniziativa aderiscono, tra gli altri, Manfredo Manfroi già presidente del circolo fotografico La Gondola di Venezia, Gustavo Millozzi presidente onorario del Fotoclub Padova e del Gruppo Fotografico Antenore, il presidente del Fotoclub 3B Bruco Blu Brugine, Pino Ferrati e il presidente del Fotoclub Cavarzere, Duilio Avezzù.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.