CONDIVIDI

Propriamente le due feste non potrebbero essere più distanti nel calendario: ai sensi della Legge 10/2013 la festa degli alberi andrebbe celebrata il 21 novembre, mentre l’altra cade in piena primavera. Ma esse veicolano valori comuni, come la forza, la pace, la tutela, il benessere, la libertà, presenti nei significati simbolici di alcune piante. Per questo gli insegnanti dei tre ordini di scuole di San Martino – infanzia, primaria e secondaria di primo grado – da anni ne propongono la celebrazione unita.

I bambini e i ragazzi hanno, infatti, un ruolo di primo piano nei festeggiamenti: cantano, interpretano drammatizzazioni, espongono al microfono le riflessioni scaturite dalle attività svolte in classe.

Così è stato anche quest’anno.

Sotto il sole quasi estivo del 24 aprile e davanti a un pubblico numeroso, dopo i saluti delle autorità – il sindaco Vinicio Piasentini, l’assessore all’istruzione Ilenia Francescon, gli insegnanti e il parroco – hanno aperto la manifestazione il sindaco dei ragazzi Filippo Nale e il consigliere Emma Fabbian. Hanno presentato la mostra “Buon compleanno, Costituzione!”, realizzata e allestita dalle classi terze della secondaria per onorare i settant’anni della legge fondamentale dello Stato: quindici pannelli che illustrano e commentano alcuni articoli, una bella occasione per capire come il dettato costituzionale sia attuale anche di fronte ai problemi del nostro tempo e nella prospettiva dei ragazzi che lo vivono. La secondaria ha concluso il proprio intervento con l’interpretazione corale di “Samarcanda” del cantautore Roberto Vecchioni.

Poi è stata la volta dei più piccoli, ai quali è stato affidato il compito di illustrare l’importanza dell’albero e della natura in genere nelle nostre vite.

La manifestazione si è conclusa nello spazio antistante al municipio, con il canto dell’inno d’Italia seguito dalle note struggenti del “Silenzio” prodotte da un assolo di tromba.

A tutti gli alunni in omaggio una piantina fiorita, alle loro scuole, invece, nuovi fiori per le aiuole realizzate l’anno scorso.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.