CONDIVIDI
I ragazzi della scuola secondaria di primo grado “G. Bonifacio” davanti al nuovo defibrillatore

ASM SET fornisce nuova energia alla sicurezza per le scuole dell’Istituto Comprensivo Rovigo 1. L’azienda energetica polesana ha consegnato oggi due defibrillatori alla scuola primaria “G. Pascoli” e alla scuola secondaria di primo grado “G. Bonifacio”.

“A nome mio e di tutto il cda di ASM SET esprimo grande soddisfazione – spiega il Presidente di ASM SET Cristina Folchini  per aver potuto mettere a disposizione questi due strumenti importantissimi per gli studenti di queste due scuole. I bambini sono il nostro bene più prezioso, le famiglie la nostra risorsa più grande – ha ribadito il Presidente  credo fermamente nel ruolo sociale di chi oggi amministra il nostro amato territorio. Per questo la nostra azienda è sempre attenta a iniziative rivolte alla tutela della salute, al sociale e si impegna quotidianamente, oltre che a fornire un servizio ottimale ai propri 38.500 clienti, anche a restituire risorse ai cittadini con diversi tipi di iniziative, tra cui ricordiamo, oltre a questo investimento, i 100mila euro di sgravi in bolletta e i 15mila euro per Borse di studio e la lotteria benefica per i cui fondi hanno contribuito all’acquisto di due manichini didattici, necessari per effettuare le prove pratiche ai corsi sulla manovra anti soffocamento da eseguire sui bambini”.

L’Assessore all’Istruzione Susanna Garbo ha espresso, a nome di tutta l’amministrazione comunale di Rovigo: “I più sentiti ringraziamenti ad ASM SET per aver dimostrato ancora una volta piena disponibilità e grande sensibilità nel permetterci di rispondere a bisogni importanti della comunità. Ci auguriamo di non aver mai bisogno di utilizzare questi due defibrillatori, ma averli a disposizione è una tutela ulteriore per tutti”.

La dirigente scolastica Maria Rita Pasqualin ha ribadito i ringraziamenti ad ASM SET, evidenziando il fatto che “si tratta di strumenti molto costosi, averli ricevuti in dono è fondamentale in quanto la scuola non sarebbe riuscita a far fronte a una spesa simile. Ovviamente ci auguriamo di non dover mai utilizzare i defibrillatori, ma averli nelle scuole “G. Bonifacio” e “G. Pascoli” è importantissimo, non solo per gli studenti e tutte le persone che operano nei due istituti, ma anche per tutte le persone che dovessero averne bisogno nelle vicinanze”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.