CONDIVIDI

Il microcredito è uno strumento di sviluppo economico, che permette alle persone considerate “non bancabili” (cioè che non possono o non riescono ad accedere a forme più tradizionali di credito) di aver accesso a servizi finanziari. Il “Dizionario di microfinanza – Le voci del microcredito” (a cura di Pizzo e Tagliavini) lo definisce come “credito di piccolo ammontare finalizzato all’avvio di un’attività imprenditoriale o per far fronte a spese d’emergenza, nei confronti di soggetti vulnerabili dal punto di vista sociale ed economico, che generalmente sono esclusi dal settore finanziario formale”.

Il microcredito nasce sulla fine degli anni Settanta, soprattutto grazie al lavoro di Muhammad Yunus, fondatore della Grameen Bank in Bangladesh: grazie ai prestiti di piccoli importo che concedeva, in particolare a donne e a famiglie, ha permesso la nascita di molte attività economiche.

Il microcredito si contraddistingue generalmente per tassi di interesse più bassi e per un’attività di assistenza e verifica sull’andamento delle attività che vengono finanziate.

In Italia il microcredito è regolato dal decreto legislativo 141/2010 (che ha introdotto modifiche al Testo unico bancario). In particolare, la legge regola l’accesso al microcredito a persone fisiche, associazioni o società che vogliono avviare un’attività di lavoro autonomo o una microimpresa e alle persone fisiche in condizione di vulnerabilità economica e sociale.

L’importo massimo è di 10.000 euro per le persone fisiche e di 25.000 euro (estendibili a 35.000 euro in alcune condizioni) per l’avvio di una attività. La durata massima del prestito è di 7 anni. Le informazioni dettagliate per i requisiti e le modalità di accesso al microcredito sono presentante sul sito dell’Ente nazionale per il microcredito.

Il Ministero dello sviluppo economico ha inoltre costituito un Fondo di garanzia per il microcredito, per offrire una garanzia pubblica a chi richiede un finanziamento di microcredito (e che quindi non sarebbe in grado di offrire adeguate garanzie per il prestito che contrae).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.