CONDIVIDI
rex-zampa

La maestra era arrivata tutta agitata, “Bambini attenzione. E’ successo un fatto grave. Sono spariti tutti i vestiti che le mamme avevano confezionato per la recita”.

I bambini restarono ammutoliti. Chi poteva avere fatto una cosa così assurda? E soprattutto come avrebbero potuto fare la recita che era solo tra due giorni.

Lisa alzò la mano. “Dimmi Lisa” disse la maestra.

“Ho un’idea. Ho un amico speciale che può risolvere il mistero”.

“E chi è?”

“Il Commissario Rex”.

“Lo conosci?”

“Certo, è venuto anche poco tempo fa qui a scuola.”

“Allora fallo venire domani”. “Va bene” disse Lisa.

Tornata a casa Lisa chiamò subito Rex e gli parlò in lupesco per fare prima. La mamma la guardava sbalordita e preoccupata.

“Perché abbaiavi” le chiese appena mise giù il telefono.

“Era lupesco, stavo parlando con Rex. Viene domani per risolvere il mistero dei vestiti scomparsi”.

Il giorno dopo Lisa andò a scuola normalmente.

Alle 10 sentì abbaiare alla finestra. Guardò la maestra che le fece segno che poteva alzarsi e guardare.

Lisa sapeva già che era Rex e si alzò solo per fargli un saluto. Poi accompagnata dalla maestra andò ad aprirgli. Rex le diede una zampa e Lisa lo abbracciò forte.

Poi in lupesco gli spiegò il problema. Rex chiese di essere portato dove erano stati messi i vestiti. Annusò a lungo e poi chiese a Lisa e alla maestra di seguirlo con l’auto.

Rex partì veloce e la condusse alla lavanderia dell’Uls di Adria.

In un angolo c’erano i vestiti tutti piegati per bene. “Finalmente siete arrivati – disse l’assistente – sono due giorni che chiediamo a tutti di chi sono”.

Il mistero era in realtà semplicissimo. L’addetto alla lavanderia si era sbagliato e alla scuola invece di prelevare le tovaglie sporche della festina della settimana prima aveva portato via anche i vestiti.

Il mistero era stato risolto. La maestra riportò Rex in classe e grazie alla traduzione di Lisa ringraziò pubblicamente Rex.

Rex non volle essere da meno e sempre grazie a Lisa disse: “Cari bambini, io aiuto sempre volentieri chi si trova in difficoltà e poi sono sempre felice di rivedere Lisa che è una bambina bravissima. Le ho dato un fischietto speciale. Ogni volta che ci sarà bisogno di me, Lisa fischierà e io arriverò”.

Tutti applaudirono. Poi si fece una grande festa con Rex che si mangiò ben 12 panini.

Il giorno della recita tutti erano sul palco vestiti con i costumi ritrovati e in prima fila c’era Rex ad applaudire anzi a ululare la sua approvazione.

Fu un grande successo.

(Bloc Notes di Gianni Magnan)

————–
ARTICOLI CORRELATI:  la vita carceraria | le favole per Lisa | la storia politica provinciale dal 1975 in avanti | canzoni e poesie | riflessioni sull’economia

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.