CONDIVIDI
babbo natale letterine

Briciola sembrava come impazzito dalla gioia. Saltava e abbaiava felice. Rex per una volta smise di essere il poliziotto e si lascia mordere e abbracciare dal suo lupetto.

Quando si furono calmati Lisa domandò (in lupesco) come mai era lì.

“Wolff, ogni anno invita un po’ di amici della Compagnia del Lupo per aiutare Babbo natale a preparare i regali e a sbrigare la corrispondenza”.

“E cosa è la Compagnia del Lupo?” Chiese Lisa sempre più curiosa.

“Una volta S. Francesco mentre era a Gubbio (in Umbria) incontrò un lupo molto feroce che terrorizzava la città. Ma lui capì che era così perché aveva fame e gli uomini lo avevano trattato male. Allora lo chiamò fratello lupo e gli ordinò in nome di Gesù di diventare buono e agli uomini di accudirlo e nutrirlo.

Poi per fare in modo che quella alleanza durasse fondò la Compagnia del Lupo dove siedono uomini e lupi per la comune fratellanza”

“Bello – disse Lisa – E chi ne fa parte?”

“Guarda” – rispose Rex – Aprì la porta di Wolff e Lisa vide Violetta, Pukka, Hello Kitty, Michelangelo e Raffaello delle Tartarughe Ninja, Unchao, Mia…

“Wow, ma sono tutti anche amici miei. Posso entrare nella compagnia?”

Rex sorrise, chiamò Wolff che fece mettere in ginocchio Lisa e poi le pose la zampa su una spalla e disse : “Giuri di amare e rispettare gli animali e di costruire con loro un mondo felice di esseri uguali e fratelli?”

Lisa lanciò un triplice uuuhhh che in lupesco significa SI.

Allora Wolff le disse: “Bene alzati, tante parti del mondo stanno pensando a te?”

“E tu pensi a loro?” chiese la fata

“Sempre” rispose Lisa.

In quel momento Briciola cominciò ad abbaiare di fronte a lui c’erano un sacco di Rex di peluche e in mezzo quello vero.

Briciola non sapeva quale fosse.

“Segui il cuore” disse Lisa e Briciola saltò in groppa al vero Rex.

Tutti risero e ripresero a confezionare i doni.

C’era poco tempo e bisognava fare presto e bene.

Nessun bimbo doveva restare deluso. E fu così che andò.

Babbo Natale sarebbe andato anche quest’anno in tutte le case, grazie all’aiuto della Compagnia del Lupo.

(Seconda parte – Fine)

(Bloc Notes di Gianni Magnan)

————–
ARTICOLI CORRELATI:  la vita carceraria | le favole per Lisa | la storia politica provinciale dal 1975 in avanti | canzoni e poesie | riflessioni sull’economia

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.