CONDIVIDI
stevie-wonder

Mercoledì 13 alle 11:30 presso Villa Fantin (in via Della Vittoria)  a Piombino Dese (PD) è stato inaugurato con il patrocinio del Comune il Museo delle Tecnologie Compensative per la vita indipendente dei ciechi e degli ipovedenti. Si tratta di una raccolta degli strumenti che hanno segnato l’evoluzione tecnologica dell’ultimo secolo. Tra le tecnologie esposte, le prime macchine da scrivere (dattilobraille), l’Optacon, uno strumento che permette di riprodurre tattilmente la scrittura, una macchina di lettura realizzata a Boston per l’artista Stevie Wonder, i primi videoingranditori californiani, e la produzione di un computer braille realizzato agli inizi degli anni ’80 dai ricercatori dell’Olivetti. Un totem con filmati d’epoca illustra il funzionamento degli strumenti. Il museo è un esempio tangibile di come nel mondo si sia sviluppata un’imprenditoria che realizzando efficaci riposte ai bisogni dei ciechi e degli ipovedenti ha permesso di occupare migliaia di persone. E’ significativa l’apertura del museo in collaborazione con l’amministrazione comunale di Piombino Dese, perché sul suo territorio opera la principale Società che da trent’anni lavora in questo settore.
Il museo sarà aperto fino al 7 gennaio negli orari della biblioteca comunale di Villa Fantin. Le visite guidate possono esser prenotate al numero 049 5730282.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.