CONDIVIDI

E già, qui in redazione abbiamo fiuto.

Sarà la nostra esperienza, saranno i nostri “informatori”, saranno le antenne lunghissime ma quello che può sembrare, ai più, una fuga in avanti o un indizio senza senso, da queste parti diventa una notizia. Che spariamo al pasto all’opinione pubblica, a costo di apparire vaneggianti.

Invece siamo veggenti. Se non fossimo modesti, diremo visionari.

Vedi la notizia dell’allontanamento dalla politica. Si parlava di Dibba e di Del Rio e pareva che tutto finesse lì. Invece prima Pisapia e poi Angelino Alfano, o viceversa, annunciano che non si candideranno.

Anche loro lontani da quell’agora politica che tanto fa discutere e penare.

E se ne aggiungeranno altri, statene certi. E molti, chiamati, non risponderanno e su quella piazza, stante le attuali condizioni, non metteranno piede.

È cambiato il vento, non c’è più quel trend che portava in parlamento volti noti dello spettacolo insieme a notabili politici di lungo corso.

Si sta meglio fuori, da dove si piò comandare più agevolmente. Altra condizione che, diligentemente, abbiamo provveduto a rendere nota ai nostri lettori.

Nuove norme, nuovi stili oggi in politica.

Possiamo dire che ci piacciono? Certo che no.

Ma viviamo in questi tempi e come i gattopardi, o i camaleonti se preferite, ci adeguiamo.

Insoddisfatti, ma sempre attenti all’evolversi dei fenomeni politici e sociali.

Insoddisfatti, ma perlomeno coscienti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.