CONDIVIDI

Lisa ha la febbre, un po’ le dispiace perché non può uscire ma è contenta perché può dormire nel lettone grande con la mamma.

Si dorme meglio e in più fa dei sogni bellissimi.

Ad esempio la notte scorsa, appena chiusi gli occhi è volata a Centopia dove la stava aspettando Lyria e Onchao.

Con lei c’era Briciola. Lisa è salita su Onchao e hanno cominciato a volare.

Briciola voleva salire su Lyria ma era troppo piccolo e non riusciva a saltare in groppa.

Allora Lisa e Onchao sono ridiscesi e hanno fatto una partita a polo con briciola cdhe si divertiva a spostare continuamente la palla impedendo a Lyria e Onchao di colpire.

Poi sono andati a mangiare. A Centopia i ristoranti sono tutti sospesi per aria e per andarsi ad accomodare bisogna noleggiare una nuvola-taxi e salire fino al ristorante.

I pitti sono anche loro appoggiati su nuvolette ma la cosa più divertente sono le bevande. Sono una per ogni tipo.

Tu le chiami, arrivano sopra il tuo bicchiere e diventano nere, poi si vedono i fulmini e poi scende la pioggia dentro il bicchiere.

Lisa stava per degustare il suo latte e Nesquik quando tutto è scomparso.

Era suonata la sveglia.

Anche Briciola era un po’ perplesso.

Stava per addentare un bellissimo ossi che adesso era sparito.

Un minuto dopo però arrivò la mamma con un bel vassoio pieno di roba buona “Ecco la colazione a letto per la mia bambina”.

“Grazie Lyria, ehm mamma” disse Lisa e poi per farsi perdonare la abbracciò forte.

Ah che bello essere ammalati.

(Bloc Notes di Gianni Magnan)

————–
ARTICOLI CORRELATI:  la vita carceraria | le favole per Lisa | la storia politica provinciale dal 1975 in avanti | canzoni e poesie | riflessioni sull’economia

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.