CONDIVIDI
gdacommunication

SLALOM DI CAMPOBASSO: SIMONE È PRIMO DI GRUPPO A

Il portacolori del team vignolese GDA Communication primeggia, tra mille sfortune, nel secondo round del tricolore. Bene anche Pietraroia, alla sua seconda uscita.

L’edizione numero venticinque dello Slalom Città di Campobasso entra di diritto nell’album dei ricordi più sfortunati della scuderia modenese GDA Communication, in particolare per Biase Simone, nonostante la classifica finale veda comunque entrare in bacheca un doppio successo.

Il pilota di Cercemaggiore si presentava al via del secondo appuntamento del Campionato Italiano Slalom, considerato gara di casa vista la distanza ridotta dal fulcro dell’evento, con una Citroen Saxo gruppo A, messa in campo dalla Tirreno Motorsport.

Nonostante la classifica finale lo iscriva vittorioso in gruppo A, nonché primo in solitaria in classe A1600, il weekend del neo acquisto in casa GDA Communication è stato tutt’altro che una passeggiata.

Nella manche di ricognizione, sotto un diluvio incessante, sulla trazione anteriore d’oltralpe cedeva il leveraggio del cambio, dopo circa un chilometro dallo start.

Con la Saxo rimessa a nuovo Simone si allineava alla partenza, con gomme slick, ma la pioggia decideva, improvvisamente, di tornare ad ergersi protagonista, costringendolo ad affrontare abbottonato il tracciato ricavato sulla strada statale Gildonese.

Gara 2 non porta maggiore fortuna al driver molisano che accusa, al via, la rottura della vaschetta dell’acqua, deponendo le le armi in vista dell’ultima tornata dove pareggia il conto con la dea bendata e, senza prendere inutili rischi, sfrutta il fondo asciutto per conquistare il primato in gruppo A, nonostante la penalità per aver centrato due birilli.

“Seppur la classifica ci veda vincenti” – racconta Simone – “siamo stati il bersaglio preferito della sorte perchè, credo, sia molto difficile riunire tutte le sfortune che ci sono capitate in questo weekend. Soltanto in gara 3 abbiamo avuto tutte le carte in regola per esprimerci al meglio ma ci siamo resi conto che non aveva nessun senso prendersi rischi inutili. Abbiamo fatto i nostri calcoli e ci siamo concentrati sull’unico risultato utile, che era ancora alla portata, ovvero la vittoria in gruppo A. Sapevamo che non sarebbe stato facile, con la nostra Saxo, battagliare con gli specialisti dello slalom, dotati di vetture preparate esclusivamente per questa tipologia di competizioni. È davvero un peccato non aver affrontato la seconda gara perchè, visti i tempi dei nostri avversari, avremmo potuto dire tranquillamente la nostra sul bagnato. Un particolare ringraziamento lo voglio fare a tutto lo staff di Tirreno Motorsport che, in questo mare di problemi, non si sono mai persi d’animo. Aver portato a casa un risultato comunque positivo è una gratificazione per tutto il lavoro svolto, maggior parte del quale sotto la pioggia.”

Simone non era l’unico portacolori schierato da GDA Communication che ha potuto vantare, tra le proprie fila, anche il giovane pilota di San Giuliano del Sannio, Antonio Pietraroia, che, nonostante fosse al via della sua seconda gara in carriera, si è ben comportato tra le 1.600 del produzione con la sua Peugeot 106.

Per lui un buon quinto posto di classe, su dieci arrivati, bagaglio di esperienza utile per il futuro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.