CONDIVIDI

Intesa San Paolo rafforza la sua mission nella gestione dei patrimoni privati

L’Amministratore delegato di intesa San Paolo, Carlo Messina, ha annunciato con entusiasmo che il risultato trimestrale della banca è ampiamente positivo con un utile record. Scavando poi nelle cifre si vede che in realtà la Banca sta proseguendo nel suo “snaturamento”: da banca dei territori legata alle esigenze delle famiglie e delle piccole imprese, a banca sempre più portata alla gestione dei patrimoni privati.

Diminuendo i mutui e i finanziamenti a famiglie e imprese, teoricamente dovrebbero diminuire anche gli utili che invece crescono. La spiegazione è molto semplice, la Banca aumenterà le “commissioni” cioè le spese che si trattiene sulle singole operazioni e compensando quindi la mancata attività di sostegno all’economia con le rendite di posizione.

Tutti parlano di rilancio dell’occupazione, di sviluppo economico ma a dominare è solamente la speculazione finanziaria che continua a procedere indisturbata tra agenzie di rating che attribuiscono valutazioni con criteri estremamente soggettivi e l’emissione di derivati che non seguono minimamente l’andamento dell’economia reale ma solamente quello che nel club ristretto dei CEO dei più importanti gruppi bancari viene deciso.

Il mondo galoppa verso una bolla finanziaria enorme da cui emergeranno solamente macerie. Si salveranno soltanto i lauti stipendi dei grandi manager internazionali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.