CONDIVIDI
pifferaio-hamelin

Un milione di dipendenti pubblici andrà in pensione nell’arco di 9-10 anni senza essere sostituito?

E’ ufficiale. Un milione di Statali lascerà il posto di lavoro nell’arco di 9-10 anni. E’ stato calcolato che in Italia ci sono circa un milione di dipendenti pubblici assolutamente improduttivi. Alla fine quindi di questo processo si equilibrieranno i conti.

E’ evidente che non è così perché non andranno in pensione tutti i pesi morti ma anche molti dipendenti capaci. L’occasione però è ghiotta per cominciare a fare una mobilità reale. Attualmente c’è il blocco del turn over per cui molti comuni sono senza personale.

Nelle USL invece a seguito di scellerate politiche sindacali c’è stata una migrazione di massa dei ruoli sanitari ai ruolo impiegatizi. Questo ha determinato situazioni paradossali come quella della USL n.5 di Rovigo dove gli impiegati sono più del personale medico e paramedico.

Mandando questa massa di impiegati nei Comuni si potrebbe puntare a ridurre di circa 500mila unità i dipendenti pubblici con un risparmio calcolabile nell’ordine di circa 10 miliardi di euro all’anno.

Se poi lo Stato cominciasse a pagare una parte delle liquidazioni e delle pensioni in BOT o in BTP si potrebbe ipotizzare una rapida discesa del debito pubblico e il trasferimento del residuo 30% attualmente in mani estere all’interno del nostro Paese. A questo punto avremo sì un debito elevato ma interamente in mani italiane e una prospettiva di rientro certo. Una soluzione molto più efficace delle varie spending review propinate da importanti funzionari del fondo monetario internazionale e dimostratesi totalmente inefficaci.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.