CONDIVIDI
Wilhem-Reich
Wilhem Reich

Noi che…

Noi che non abbiamo fatto il ‘68
ma il sessantanove
Noi che abbiamo amato Wilhem Reich
E non Sigmund Freud
Noi che dei fiori siamo stati figli
Noi che non siamo conigli
Noi che sappiamo che Alice
Non vive nel paese delle meraviglie
Ma ha un ristorante in America
Noi che senza essere egiziani amiamo i Gatti
Sia che si chiamino Panceri o Barbieri
Noi che una risposta
La cerchiamo sempre nel vento
Noi che speriamo in
Una carezza della sera
Noi che non facciamo sesso
senza amore
Noi che abbiamo conosciuto il Che
E la sua vita immortale
Noi che con Nelson Mandela abbiamo pianto
Quando il nero è divenuto tutti i colori dell’Africa
Noi che abbiamo sognato la rivoluzione
E poi non abbiamo tradito
Le nostre idee
Noi non siamo diventati realisti
Noi continuiamo a sognare il sogno,
ad alzare le nostre bandiere al cielo,
ad offrire il nostro petto al nemico.
Perché siamo vivi, vivi, vivi
Sulle labbra di chi ci ama

13/04/2015         Gianni Magnan

———

Articoli Correlati:  la vita carceraria; le favole per Lisa; la storia politica provinciale dal 1975 in avanti; canzoni e poesie; riflessioni sull’economia.

CONDIVIDI

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.