Esiste una data di scadenza per l’Occidente?

721
CONDIVIDI

Oliviero Toscani, Gad Lerner, Linus, Milly Carlucci, il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana e Beppe Severgnini, sono alcuni dei grandi nomi della sesta edizione del Festival delle Nuove Vie di Courmayeur dal 25 al 27 agosto tutti insieme per cercare di capire se esiste una data di scadenza dell’Occidente. Tre giorni di dialogo e di idee, anticipati da due appuntamenti-preview da non perdere: il 30 luglio con l’imprenditore Brunello Cucinelli e  l’11 agosto con la Presidente dell’ENIT Evelina Christillin.

“Questo festival è diventato uno dei più importanti in Italia e ci aiuta a capire cosa è il nostro Paese: un luogo ricco di risorse umane, di persone che vogliono fare, che si mettono a disposizione della comunità, perché le nuove vie sono proprio quelle che ci fanno sperare. C’è sempre una nuova via per noi”. Ecco come un entusiasta Paolo Mieli tesseva le lodi del Festival in occasione della scorsa edizione.

L’edizione 2016 avrà al centro la domanda che tutti ci poniamo di fronte alla tragedia dei flussi migratori e al susseguirsi di attentati terroristici: “Esiste una data di scadenza dell’Occidente?”. Del fenomeno migratorio parlerà Gad Lerner, mentre Franco Roberti spiegherà come combattere il terrorismo e la mafia. Beppe Severgnini ci aiuterà a capire cosa è l’Occidente e Luciano Fontana illustrerà le sfide della comunicazione – nel 140 anniversario della fondazione del quotidiano che dirige, Il Corriere della Sera – nell’era digitale. Senza passione e creatività non si costruiscono nuove opportunità.  Il Festival avrà quindi un’anteprima il 30 luglio, alle 18.00, con uno degli imprenditori che più di ogni altro ha saputo comunicare un nuovo modo di fare impresa e di portare nel mondo le eccellenze italiane: Brunello Cucinelli, imprenditore, stilista e filantropo, promotore di un modello aziendale improntato a un “capitalismo etico” attento al benessere dei dipendenti e al rilancio del territorio, in un’ottica virtuosa e vincente che ricorda quella di Adriano Olivetti e altre grandi personalità dell’imprenditoria italiana.  L’11 agosto, sempre alle 18.00, salirà sul palco – in collaborazione con Fondazione Courmayeur Mont Blanc – Evelina Christillin, presidente dell’Enit, l’Agenzia nazionale per il turismo, nonché presidente del Museo Egizio per dialogare con il pubblico su turismo e cultura, assi strategici fondamentali per un’Italia che vuole uscire dalla crisi.

Brunello Cucinelli
Brunello Cucinelli

 

Il Festival delle Nuove Vie entrerà nel vivo l’ultima settimana di agosto ed ad aprire la rassegna sarà colui che più di ogni altro rappresenta – non senza le polemiche di chi percorre una strada diversa – l’idea di nuova via: Oliviero Toscani che  il 25 agosto, alle ore 11.00 inaugura la sesta edizione. Nel pomeriggio, alle 17.30, il pubblico incontrerà due “visionari del turismo”: Michil Costa, albergatore della Val Badia, promotore di una politica sostenibile e una filosofia improntata all’ecologia, e Daniele Kihlgren, imprenditore italo svedese pioniere del borgo diffuso. Alle 18.30 lo scrittore, giornalista e conduttore televisivo Gad Lerner parlerà di uno dei grandi temi dell’attualità: le nuove migrazioni, indagando cause e conseguenze. Infine alle ore 21.00 Danilo Callegari, esploratore del XXI secolo,  illustrerà in collaborazione con l’azienda Grivel di Courmayeur il suo viaggio “verso nuovi estremi”. La sua ultima avventura – “Africa Extreme” – prevedeva  50 km a nuoto non stop in mezzo agli squali e poi di corsa attraversando l’Africa  per 1200 km fino ai piedi del Kilimangiaro che ha salito e disceso  in solitaria  in 23 ore!

Il 26 agosto comincerà alle 11.00 con il celebre meteorologo Luca Mercalli e “Che tempo che farà”, che parlerà delle sfide dei cambiamenti climatici dopo l’importante accordo della COP21 di Parigi lo scorso dicembre. Alle ore 17.30 il testimone passerà a Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia, che affronterà il tema della lotta al terrorismo islamico e alla mafia. Una ventata di allegria verrà portata a Courmayeur da Milly Carlucci  che alle 18.30 si racconterà al pubblico e svelerà i segreti della comunicazione televisiva. Imperdibile anche l’appuntamento delle ore 21.00 con Beppe Severgnini per capire se esiste davvero una data di scadenza dell’Occidente e si sta avvicinando.

L’ultimo giorno, il 27 agosto, conterà ben cinque appuntamenti: la mattina, alle ore 11.00, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana affronterà le sfide della comunicazione nell’era digitale in occasione dei 140 anni del prestigioso quotidiano che ora dirige. Alle 17.30 ecco Guido Martinetti, una delle due menti all’origine del marchio di gelato Grom, che parlerà di agricoltura etica e agricoltura estetica, tra esigenze del marketing e sostenibilità. Alle 18.30 ci sarà Linus, amatissimo dj e conduttore colonna di RadioDj, che condividerà con il pubblico la sua vita in movimento, tra microfoni e corse. Dopo la presenza nelle scorse edizioni di grandi chef come Gualtiero Marchesi e Davide Oldani, questa edizione Courmayeur avrà il piacere di accogliere lo chef e oste, così ama definirsi, Filippo La Mantia, che presso l’Hotel Royal & Golf darà vita a un appassionante showcooking in compagnia della chef stellata di Courmayeur Maura Gosio.

Il Festival delle Nuove Vie si chiuderà infine con uno sguardo in prospettiva verticale che ci porta tra gli Ottomila e le grandi sfide himalayane: alle ore 21.00 gli alpinisti, Marco Camandona e Marco Confortola, che fu al centro di molte polemiche dopo la terribile estate sul K2 dove perso la vita 11 persone. Camandona e Confortola sono reduci della conquista del Makalu ma non parleranno non solo di sfide in montagna. Da anni sono impegnati per aiutare la popolazione nepalese e ci racconteranno del Nepal dopo il terribile terremoto del 2015. L’incontro è organizzato in collaborazione con l’azienda Grivel.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.