CONDIVIDI
futuro
futuro

La CAMST, azienda leader nella ristorazione italiana ha presentato e firmato il Manifesto per il lavoro dei giovani “Dire Fare Futuro”. LegaCoop Bologna, Impronta Etica e Unindustria Giovani Bologna, sono stati i primi intervenuti a sottoscrivere il Manifesto.

futur

« “Dire, Fare, Futuro”: è il nome che abbiamo scelto per il Manifesto. Una sintesi perfetta che esprime la nostra visione, a partire dalla necessità di parlare dei giovani e di sensibilizzare anche altre imprese come la nostra in questa direzione, al fare qualcosa di concreto, di tangibile per costruire insieme il futuro – ha aperto così stamattina la presentazione del Manifesto per i giovani il presidente di CAMST Antonella Pasquariello. – Dalle borse di studio, i bonus universitari, le attività di stage e di formazione che nel corso degli anni abbiamo realizzato, quest’anno abbiamo pensato di rilanciare il nostro impegno verso i giovani attraverso questo Manifesto. Oggi per noi è solo l’inizio: è il primo miglio di un percorso che intendiamo, grazie anche al sostegno delle istituzioni, dell’Università e delle aziende che vorranno sostenerci, proseguire e potenziare. ». A discutere le linee guida del Manifesto, prima della sottoscrizione ufficiale, sono intervenuti anche Rosa Grimaldi – delegata del Rettore dell’Università di Bologna alle imprese, Marco Mazzoni – ideatore di BLOGMag, Be-U, Titto e Gianluca Dettori, ideatore di Shark Tank e fondatore di dpixel, moderati dal direttore di Corriere Imprese Emilia-Romagna e di Corriere di Bologna Enrico Franco.

«Le linee guida del Manifesto sono ampiamente condivisibili perché contengono tre elementi fondamentali: l’attenzione alle persone, in questo caso ai giovani; l’apertura a diversi interlocutori e realtà e l’importanza data ai territori, ai contesti locali – ha spiegato Rosa Grimaldi – Auspico che Università e aziende possano trovare un allineamento, a partire dalla formazione delle competenze, apportando sempre nuovi contenuti e innovazioni. »

In occasione della presentazione del Manifesto, sono stati premiati anche 10 studenti meritevoli provenienti da tutta Italia con le borse di studio offerte da CAMST. A loro si è rivolto in particolar modo Marco Mazzoni: «Per farcela non è necessario essere perfetti, anzi, sono l’esempio di una persona che a partire dalle sue mancanze ha costruito la base per il successo. Ciò che ha accomunato tutte le mie iniziative è stata la tenacia e la volontà con cui sono rimasto fedele al mio credo, ai motivi che mi portavano a realizzare qualcosa. E’ importante perseguire sempre la propria idea, non tradendola mai. »

Prima della firma, ha concluso il dibattito Gianluca Dettori: «Anche io vorrei portare la mia testimonianza, perché mi sembra importante dire che ho avuto ottime idee ma ce l’ho fatta perché qualcuno ha creduto in me, nella mia idea iniziale. Occorre affiancare i giovani, accompagnarli e questo manifesto mi sembra il primo passo che CAMST e spero altre aziende faranno per colmare la frattura generazionale e allo stesso tempo evitare la dispersione di talenti all’estero. Investire nei giovani è un’opportunità, questo è il messaggio che bisognerebbe estendere e condividere. »

A sottoscrivere il Manifesto, dopo la firma ufficiale del presidente CAMST Antonella Pasquariello, sono intervenuti Rita Ghedini di Legacoop Bologna, Enrica Gentile di Unindustria Giovani Bologna e Laura Baiesi di Impronta Etica.

Tutti coloro i quali vorranno sostenere il progetto di CAMST per lo sviluppo dell’occupazione giovanile, potranno aderire sul sito www.direfarefuturo.it

Per aderire al Manifesto: http://www.direfarefuturo.it/adesioni/

CAMST. La Ristorazione Italiana: Camst è l’impresa leader nella ristorazione italiana, la maggiore a capitale italiano, con un fatturato di gruppo di oltre 500 milioni di euro, 12.000 dipendenti, 100 milioni di pasti prodotti ogni anno e presente a 360° in tutti i settori della ristorazione nel Centro e nel Nord del Paese. Camst è una cooperativa di produzione lavoro nata nel 1945 a Bologna che investe sulle persone e che da 70 anni, ogni giorno, porta la qualità della cucina di casa nelle scuole, nelle aziende, nella città, negli ospedali, nelle fiere. Unendo al gusto della tradizione culinaria italiana l’innovazione di una realtà moderna. Una realtà che vive nel presente, ma guarda sempre al futuro. Camst si è specializzata in tutti i settori della ristorazione, dalla collettiva alla ristorazione commerciale, con servizi personalizzati per ogni esigenza del cliente. Garantisce tradizione, buona cucina, materie prime controllate, sicurezza e qualità certificata. In coerenza con la sua natura di impresa cooperativa, Camst si è inoltre posta l’obiettivo di valorizzare la propria responsabilità sociale, affidandone la realizzazione alla linea guida ISO 26000 e ispirandosi inoltre ai principi espressi nella SA 8000.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.