CONDIVIDI

E’ entrato in vigore il 3 febbraio il nuovo Testo unico dei doveri del giornalista, discusso e approvato dal Consiglio nazionale nelle riunioni del 15-17 dicembre 2015 e del 26-28 gennaio 2016. Il Testo unico dei doveri del giornalista nasce dall’esigenza di armonizzare i precedenti documenti deontologici al fine di consentire una maggiore chiarezza di interpretazione e facilitare l’applicazione di tutte le norme, la cui inosservanza può determinare la responsabilità disciplinare dell’iscritto all’Ordine. Recepisce i contenuti dei seguenti documenti: Carta dei doveri del giornalista; Carta dei doveri del giornalista degli Uffici stampa; Carta dei doveri dell’informazione economica; Carta di Firenze; Carta di Milano; Carta di Perugia; Carta di Roma; Carta di Treviso; Carta informazione e pubblicità; Carta informazione e sondaggi; Codice di deontologia relativo alle attività giornalistiche; Codice in materia di rappresentazione delle vicende giudiziarie nelle trasmissioni radiotelevisive; Decalogo del giornalismo sportivo.

Leggi il Nuovo testo

CONDIVIDI

1 COMMENTO

  1. Chissà se tra i doveri dei giornalisti c’è anche quello dell’approfondimento tecnico-scientifico, prima di scrivere su certi temi – come per esempio su Energia ed Ambiente – sui quali se ne leggono davvero di tutti i colori.

    Certo, pare che il “sensazionalismo” ed il cavalcare paure ed emotività prevalga, ma non è fare un buon servizio all’informazione ed al Paese.

    Basterebbe vedere come siamo messi, appunto sul tema.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.