CONDIVIDI

Riceviamo e Pubblichiamo dal Sindaco di Ceregnano Ivan Dall’Ara, una risposta al neo segretario del Pd del Comune della Felicità, Filippo Silvestri:

“Ho assistito in questi giorni sulla stampa locale alle esternazioni del neo segretario del PD locale Filippo Silvestri riguardanti il progetto “MOMENTI di FELICITA’ tra STORIA E NATURA”
A dire il vero, pensavo che il nuovo corso del PD di Ceregnano portasse a qualche novità invece mi accorgo che “lè pezo el tacon del buso” nel senso che il primo intervento che viene esternato dal neo segretario non è altro che una velina del duo dem Casazza-Ferrarese al quale il sottoscritto ha fornito tutta la documentazione.
Caro Filippo, permettimi la confidenzialitภmi viene da pensare che, o fra di voi non vi parlate oppure l’intuizione sulla felicità sta sullo stomaco anche a te. Sia Tu che Loro non avete mai partecipato a nessuna delle iniziative del Progetto Felicità ne’ alle altre iniziative messe in cantiereda questa Amministrazione, magari per “bere un bicchiere di vino con un panino” visto che hai citato Albano, presso le osterie, trattorie e ristoranti del territorio di Ceregnano dove abbiamo svolto, contrariamente a quanto Tu affermi, molteplici iniziative.
Ad ogni buon conto rispondo punto su punto con zelo, semplicità e se mi permetti anche con un “pizzico di felicità”, spero in modo semplice e chiaro, mentre agli altri due ho già comunicato che risponderò solo in campagna elettorale.
Il progetto denominato “MOMENTI DI FELICITA’ TRA STORIA E NATURA” di cui l’Amministrazione ha sborsato solo l’IVA (imposta sul valore aggiunto) era strutturato in CAPITOLI di SPESA aventi le seguenti declaratorie:
A – acquisto spazi pubblicitari e pubbli-redazionali su riviste e carta stampata
B – Organizzazione di seminari, incontri ed eventi
C – Progettazione elaborazione tecnica e grafica, ideazione testi, traduzione, stampa e distribuzione su supporti mediali
D – Realizzazione cartellonistica
E – Realizzazione siti web.
I “fantomatici” cartelli di benvenuto nel “paese della felicità” posti all’entrata del paese non hanno niente a che vedere con il progetto, ma sono una donazione fatta da un piccolo imprenditore grafico del luogo, così come sono state donate le bandiere, altra questione oggetto di ripetute ed estenuanti interrogazioni da parte del “duo dem” e che Ti inviterei di non risollevare di nuovo.
I contributi erano finalizzati a iniziative ben precise, che dovevano essere preventivamente approvate dall’Avepa e ottenere il visto. Per fare un esempio: se una somma era destinata alla realizzazione del sito web non si poteva utilizzare per fare interventi strutturali, se una era destinata alla valorizzazione delle pietanze locali, non potevi asfaltare le strade.
Se si cerca di mettere insieme brustoline con patate, ognuno è libero di farlo senza però dare corso ogni volta ad una sequela di sospetti su iniziative e progetti di questa Amministrazione anche perché le procedure amministrative (gare, appalti, determine ecc.) che si susseguono per raggiungere gli obiettivi vengono esperite dai Dirigenti che ne hanno responsabilità diretta e non dal Sindaco.

Ivan Dall’Ara
SINDACO di CEREGNANO

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.