CONDIVIDI

Il Cavalier serpente_tbBene. Anche il 2015 se ne sta andando. Invece noi siamo ancora qui, e avremmo la ferma intenzione di rimanerci un altro po’.L’augurio, naturalmente, è di continuare il meglio possibile, ma siamo pronti ad accettare anche il possibile senza il meglio. Perché l’alternativa è decisamente molto peggio.

Quindi, Buon Natale, Buon Capodanno, Buon 2016, e così via, per qualche tempo ancora.

Sembrava lontanissimo e invece, accidenti, è arrivato. Il 2016, stiamo dicendo.

Travolgendoci con la consueta valanga di commozioni familiari ed extra, nonché esagerate quantità di proteine, colesteroli, polisaccaridi, alcoli etilici, e sempre troppo poca verdura.

Ovvio che in questo clima di rilassatezza dei costumi, si verificasse un, peraltro prevedibile, incidente: nell’aprire con mano malferma una bottiglia del nostro champagne preferito, il tappo ha preso l’iniziativa, è saltato in anticipo e ci si è infilato in un occhio.

Non crediamo che il danno sia permanente. Però questo (insieme alla nebbia mentale sempre più fitta, causa l’insistere nei bagordi) ci ha reso impossibile la confezione dell’articolo settimanale che sappiamo essere atteso spasmodicamente dai nostri lettori.

Ormai è troppo tardi. Non ci rimane che invitare alla calma e promettere di essere presenti al prossimo appuntamento, fra una settimana. Hic! Burp!

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.